Palazzo Marino in Musica è una rassegna di musica classica realizzata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Comunale e organizzata dall’Associazione EquiVoci Musicali, che propone dal 2012 concerti gratuiti all’interno della splendida Sala Alessi di Palazzo Marino a Milano.

Aprendo Palazzo Marino a nuovo palco per la musica classica, la rassegna è diventata patrimonio culturale della città di Milano: in otto anni ha percorso un ampio repertorio, dalla musica antica a quella del Settecento e Ottocento, fino alla musica classica contemporanea, offrendo concerti di grande caratura . Ogni anno un tema specifico lega i concerti proposti, dando così vita a percorsi storico-musicali di largo respiro che raccontano differenti mondi artistici e culturali.

I concerti si tengono ogni prima domenica del mese e sono a ingresso gratuito con prenotazione.

 

Prosegue, per il terzo anno consecutivo, la felice collaborazione tra la rassegna Palazzo Marino in Musica e le Gallerie d’Italia – Piazza Scala, nella proposta di concerti che accompagnano le prestigiose mostre allestite nella sede museale di Intesa Sanpaolo. Palazzo Marino in Musica inaugura così, domenica 2 febbraio, la prima parte della Stagione 2020 dal titolo “Nel mondo ideale. Da Canova a Beethoven.”: due concerti che si accostano e si ispirano alle opere esposte nella mostra Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna. Centrale, in entrambi i concerti, è la figura di Ludwig van Beethoven – di cui ricorrono quest’anno i 250 anni dalla nascita – contemporaneo di Antonio Canova e del danese Bertel Thorvaldsen. Il genio musicale incontra così i più importanti scultori neoclassici del suo tempo. Accanto alle opere di Beethoven e di altri compositori, verranno eseguite in prima assoluta due pagine musicali composte dal pianista Francesco Libetta e dal violoncellista Cosimo Carovani, ispirate alle sculture di Canova esposte nella mostra, in particolare a Venere e ad Apollino.

 

La seconda parte della stagione 2020, dal titolo De Naturae Sonis, è dedicata al rapporto tra musica, uomo e natura. Il fil rouge dei sei concerti proposti da domenica 5 aprile a domenica 1 novembre sarà la natura, costante fonte di ispirazione nella storia della musica, specchio degli stati emozionali, ma anche metafora di un’ideale di armonia dell’essere con il creato: una nuova stagione di concerti dedicati alla profonda, intima e sfaccettata relazione tra musica e natura.

 

ATTENZIONE

Si avvisa il gentile pubblico che a seguito dell’Ordinanza della Regione Lombardia, che prevede la sospensione di manifestazioni, eventi e ogni tipo di riunione in luogo pubblico, anche di carattere culturale, il concerto di domenica 1 marzo è rimandato a data da definirsi.