De Naturae Sonis

 7 giugno – 1° novembre 2020

 

In diretta streaming da Sala Alessi – Palazzo Marino

Piazza della Scala 2, Milano.

 

Domenica 7 Giugno riparte la musica a Palazzo Marino.

Nonostante il momento di grande emergenza, la stagione 2020 di Palazzo Marino in Musica, intitolata De Naturae Sonis, avrà luogo e sarà realizzata in diretta streaming da Sala Alessi .

Quest’anno il fil rouge dei concerti proposti da giugno a novembre sarà la natura, costante fonte di ispirazione nella storia della musica, specchio degli stati emozionali, ma anche metafora di un’ideale di armonia dell’essere con il creato: una nuova stagione di sei concerti dedicati alla profonda, intima e sfaccettata relazione tra uomo, musica e natura.

Come hanno dichiarato Davide Santi e Rachel O’Brien, direttori artistici della rassegna:

Il cambiamento climatico è una delle sfide chiave del nostro tempo, sintomo di un rapporto tra uomo e natura mutato radicalmente nel corso dei secoli. Con questa edizione vogliamo offrire uno strumento per esplorare, attraverso la musica, il mutamento della relazione dell’uomo con il pianeta che abita. La musica infatti da sempre racconta in maniera diretta gli stati d’animo e le aspettative, i sogni e le paure degli uomini. La capacità del suono di trasformare lo spazio psicofisico conduce l’ascoltatore a sentire il calore del sole mediterraneo, a vivere l’esperienza di chi ha attraversato mari e deserti, a percorrere ombrose e maestose foreste o ad avvertire il freddo inverno del nord e persino quello, interno, dell’anima. L’imitazione della natura in musica, infatti, non si limita a riprodurre suoni dal mare o canti degli uccelli ma porta a percepire gli stati d’animo, le dinamiche sontuose, le imprevedibili perturbazioni e i dolci ritmi della sera. Il suono, energia naturale grezza, viene plasmato, come una roccia scalfita dall’acqua, dal compositore-creatore che dalla stessa natura trae ispirazione. Descrivendo la natura in musica l’uomo apre una porta su sé stesso e sul suo tempo, una soglia emozionale ed estetica attraverso cui percepire il proprio rapporto con il mondo.

Il concerto di inaugurazione della IX Edizione vedrà esibirsi l’Ensemble filoBarocco che ci delizierà con il concerto Lo splendore del giardino barocco tra le note di Marco Uccellini, Heinrich Franz von Biber e Antonio Vivaldi, di cui verrà eseguito il celebre Concerto in re maggiore per flauto traverso, archi e basso continuo “Il gardellino”, op. 10 n. 3, RV 428. L’estetica barocca amava comporre partendo dai suoni più affascinanti della natura o imitare, attraverso la musica, fenomeni atmosferici e naturali, così come il canto degli uccelli dei giardini: nacque così la famosa musica a programma che Antonio Vivaldi svilupperà largamente facendo scuola.

La stagione è arricchita anche da alcune collaborazioni e iniziative collaterali come #musicformilan ideato insieme a Irina Solinas e MAME – Mediterranean Ambassadors Music Experience, che propone via social il tributo di alcuni artisti di fama internazionale alla città di Milano,  #microcosmi, ideato da Francesca Scotti, autrice di romanzi e racconti, che coinvolge la giornalista radiofonica Alessandra Tedesco, il pianista Luca Ciammarughi, il fondatore di Perimetro Sebastiano Leddi e altri esponenti del mondo della cultura e della musica al fine di realizzare alcune narrazioni a partire da brani o suoni in grado di esprimere il tema della stagione e infine la preziosa collaborazione della community di fotografi Perimetro, che lancerà una open call rivolta a fotografi professionisti e non, a supporto della rassegna Palazzo Marino in Musica, che indagherà la libera interpretazione del legame tra natura e musica.

La rassegna Palazzo Marino in Musica è realizzata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Comunale ed è organizzata da EquiVoci Musicali. È sostenuta da Intesa Sanpaolo e ha il contributo di Gruppo SEA. Sponsor tecnico Fazioli. La direzione artistica è a cura di Davide Santi e Rachel O’Brien. Consulente artistico è il prof. Ettore Napoli.