Viaggio sonoro nell’invisibile | Stagione 2024. XIII edizione

Il profumo della musica

Aquaflor Firenze è una Maison de Parfum artigianale, ispirata all’antica tradizione fiorentina.
Un prestigioso palazzo rinascimentale nel cuore di Firenze ospita l’atelier, il laboratorio e l’olfattorio, con una collezione di oltre 1500 essenze provenienti da ogni angolo del mondo.
Ogni creazione è frutto di un lavoro manuale nel laboratorio, utilizzando materie prime di altissima qualità.
La collezione vanta fragranze uniche e preziose, declinate in profumi, colonie, candele, saponi e profumi per l’ambiente.
In linea con la sua vocazione artistica, Aquaflor propone esperienze esclusive quali laboratori di profumeria artistica, visite tematiche e la possibilità di creare profumi su misura.

Per ogni concerto della rassegna Palazzo Marino in Musica, Aquaflor ha abbinato una specifica fragranza al programma di sala, con l’intento di aggiungere una dimensione sensoriale all’esperienza dell’ascolto. Il profumo è la porta tra il tangibile e l’intangibile, il visibile e l’invisibile, e parla –  come la musica – alla nostra sfera emotiva più profonda.
M° Antonio Artese

La Maison de Parfum Aquaflor Firenze

 

Domenica 5 maggio | Symphonialis est anima |Resonare Vocal Ensemble

Aoud Oman Perfume by Aquaflor Firenze

Cosa c’è di più esoterico nel mondo dei profumi se non i legni orientali, il franchincenso, l’oud, e il loro legame profondo con la terra?
Quali aromi respirava Hildegard von Bingen nella fredda chiesa di Elbingen?
A quali materie prime pensiamo quando vediamo il colore rosso?

Per questo concerto abbiamo scelto Aoud Oman di Aquaflor, una fragranza preziosa che incarna l’essenza dell’esoterismo olfattivo.
L’oud, con le sue calde e avvolgenti vibrazioni, richiama il rosso sangue della passione, l’incenso, con il suo fumo sacro, simboleggia il fuoco dell’illuminazione spirituale, il profumo aereo e notturno del gelsomino invita alla riflessione celestiale e la rosa di Damasco, con la sua verticale complessità, evoca la sublime bellezza dell’infinito.
Insieme, queste note raccontano una storia olfattiva in quattro capitoli, ciascuno dedicato a un elemento della natura e del concerto, invitando gli ascoltatori ad un viaggio sensoriale in cui riecheggia l’antica cerimonia del “per fumum”, cuore della pratica profumiera di altri tempi.

Domenica 9 giugno | Il bosco incantato | Allievi del Conservatorio G. Verdi di Milano

Jasmin by Aquaflor Firenze
La produzione liederistica romantica trae dalla natura una fonte inesauribile di ispirazione e il bosco rappresenta uno degli archetipi più affascinanti e complessi.
Nel suo regno multiforme di luci, ombre, suoni e tracce olfattive, evoca emozioni diverse in chi vi si avventura: stupore, curiosità, paura, incantamento, abbandono.

Abbiamo così pensato a Jasmin, una creazione olfattiva che nel suo disvelarsi offre tre impressioni legate ad altrettanti fiori cardini della profumeria artistica.
La fragranza si apre con le note fresche e innocenti della gardenia, i cui fiori candidi emergono nel sottobosco come gemme luminose.
Segue un cuore verde di gelsomino, la cui intensità dolcemente narcotica rappresenta la bellezza effimera dell’esistenza.
Emerge nelle note finali la tuberosa, dal profumo forte e ipnotico, che attira e inganna, rivelando il lato più oscuro e selvaggio della natura.
Avventurarsi nel bosco è un viaggio attraverso le sorprendenti sfaccettature della natura, un’avventura che stupisce, incanta e, talvolta, atterrisce.