Domenica 1 luglio 2018, ore 11.00

 

I colori dell’estremo Oriente

 

Trio Kanon

 

Il programma si apre con due autori contemporanei, Bright Sheng e Toshio Hosokawa, nati in oriente, rispettivamente a Shangai (Cina) e a Hiroshima (Giappone), ma attivi professionalmente negli Stati Uniti e in Europa. Sheng, trasferitosi negli USA nel 1982, studiò con Leonard Bernstein e George Perle, mentre Hosokawa compì gli studi musicali a Berlino con Yun Isang ed è ritenuto attualmente il più importante compositore giapponese dopo Takemitsu. 

Entrambi nella loro produzione sono riusciti a fondere gli stilemi musicali del paese natio con le sonorità strumentali di un ensemble “occidentale”, in questo caso il trio per archi e pianoforte.

Lili Boulanger era la sorella minore di Nadia, illustre didatta e compositrice nata a Parigi nel 1887. Lili ebbe una vita molto breve a causa della tubercolosi (nel 2018 ricorre il centenario della morte: morì nel 1918 a soli 24 anni), ma questo non le impedì di esprimere il suo enorme talento in alcune composizioni che sono autentici gioielli. Tra queste “D’un matin de Printemps”, un brano dall’andamento assai vivace e virtuosistico, non lontano dalla scrittura cristallina e al tempo stesso suadente di Maurice Ravel.

Il Trio in la minore di Maurice Ravel è uno dei lavori più straordinari del compositore francese. Il compositore ne completò la stesura all’alba della Prima Guerra Mondiale. La scrittura musicale risente di molteplici influenze: dal folklore basco al nascente jazz americano, dalle suggestioni medievali della Passacaglia fino alle melodie dal sapore orientale del quarto movimento.

 

Programma:

Bright Sheng (Shanghai, 1955)

Four Movements for Piano Trio (1990)

Toshio Hosokawa (Hiroshima, 1955)

Trio per violino, violoncello e pianoforte (2013)

Lili Boulanger (1893-1918)

D’un matin de printemps, versione per piano trio (1918)

Maurice Ravel (1875-1937)

Trio per violino, violoncello e pianoforte in la minore (1914)

 

Trio Kanon:

Lena Yokoyama, violino

Alessandro Copia, violoncello

Diego Maccagnola, pianoforte

 

Il Trio Kanon (il nome, oltre ad avere assonanza con la parola Canone, è anche l’unione di due parole giapponesi: “Ka”, fiore, e “On”, musica, quindi letteralmente “musica fiorente”), nato nel 2012, ha studiato sotto la guida del Trio di Parma, presso l’International Chamber Music Academy di Duino. Lena Yokoyama e Alessandro Copia provengono da un percorso di studio comune presso la prestigiosa Accademia per strumenti ad arco W. Stauffer di Cremona e si sono perfezionati, rispettivamente, con i Maestri Salvatore Accardo e Rocco Filippini; Diego Maccagnola ha completato la sua formazione diplomandosi in pianoforte con Maria Grazia Bellocchio e in musica da camera con Rocco Filippini presso l’Accademia S. Cecilia di Roma.

Il Trio Kanon si è affermato a livello internazionale vincendo il 1° Premio, il Premio del Pubblico e il Premio Speciale “Cerutti–Bresso” nell’International Chamber Music Competition di Pinerolo e Torino Città Metropolitana 2018. Precedentemente il trio si era aggiudicato il 2° Premio, con Primo non assegnato, nell’OnStage International Chamber Music Competition 2017, il Premio Speciale della giuria nell’International Brahms Competition di Poertschach e il 1° Premio e il Premio del Pubblico nel Rospigliosi Chamber Music Competition 2015.

Nel 2014 è stato miglior gruppo nella Trondheim International Chamber Music Academy for Piano Trios e nel 2015 ha vinto il “Chamber Music Award” come miglior ensemble presso l’Internationale Sommer Akademie Prag-Wien-Budapest, prestigioso riconoscimento patrocinato dall’Haydn Institute e dalla “University of music and performing arts” di Vienna.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Trio Kanon si è esibito, fra gli altri, presso il Teatro La Fenice, gli Studi Rai di Trieste, la Sala Casella dell’Accademia Filarmonica Romana, il Ridotto del Teatro Verdi di Trieste per la Società dei Concerti, il Teatro Vittoria di Torino,  l’Auditorium “G. Arvedi” di Cremona, Palazzo Ducale e Palazzo Te durante il Mantova Chamber Music Festival; all’estero in Inghilterra, Croazia, Austria, Norvegia, Cina, Stati Uniti e Giappone.

Nel 2014 il Trio Kanon è stato ammesso ai corsi tenuti da Alexander Lonquich presso l’Accademia Chigiana di Siena, ottenendo il Diploma di Merito; ha seguito le masterclass di Robert Cohen presso Snape Maltings (UK), di Hatto Beyerle, Miguel da Silva e Annette von Hehn (Atos Trio) presso la Trondheim Chamber Music Academy 2014 (Norvegia), di Avedis Kouyoumdjian, Anita Mitterer, Péter Nagy, il Talich Quartet presso i corsi di Semmering e Reichenau an der Rax (Vienna) e di Oliver Wille presso il Centro Europeo di Musica da Camera ProQuartet di Parigi e l’Internationale Konzertarbeitswochen di Goslar (Germania).

Nel febbraio 2015 il Trio è stato invitato come “gruppo in residence” a Snape Maltings (UK) per il prestigioso Festival “Aldeburgh Music”, con due concerti per la stagione primaverile presso la Jubilee Hall.

Tra il 2016 e il 2017 è stato protagonista di due fortunate tournée: in Cina, dove ha potuto esibirsi presso il Parkview Green Museum di Pechino, in un concerto patrocinato dall’Istituto di Cultura Italiana, e in Giappone, dove ha suonato presso il Music Salon Amadeus di Kobe, l’Aqua Cultural Center di Toyonaka e la Petit L-Hall di Osaka.

Ha inciso per la rivista “Amadeus” e per l’etichetta “Movimento Classical” musiche di L. v. Beethoven.

 


Ingresso gratuito con prenotazione

Per motivi di sicurezza, al momento dell’ingresso a Palazzo Marino, è obbligatorio mostrare un documento di riconoscimento.

80 biglietti gratuiti potranno essere riservati online a partire dalle 14.00 di giovedì 28 giugno.

40 biglietti gratuiti saranno disponibili presso InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche a partire dalle ore 14.00 di giovedì 28 giugno. Per ritirare i biglietti cartacei è necessario comunicare il proprio nominativo e quello del proprio accompagnatore. Sarà possibile ritirare fino a due biglietti a persona.

InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche

Galleria Vittorio Emanuele angolo Piazza della Scala

Tel. 02 88 45 55 55. Orari d’apertura: lunedì – venerdì 9.00-19.00; sabato: 9.00-18.00.

I biglietti, online e cartacei, non potranno essere ceduti a terzi.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter